Ciao! Buongiorno.

Benvenuti al nostro primo articolo sul magico mondo dei serramenti.

Trovi il video sul canale youtube “Standardcisarannoglialtri” al link: https://youtu.be/NkP5t11N2Mk

Sono Ilaria Malaguti e da più di dieci anni svolgo la professione di consulente in questo settore; con questi articoli cercherò di svelarvi tutto quello che ho imparato.

Oggi parliamo delle porte interne.

Che cosa ti serve per scegliere le nuove porte interne?
Ti serve una cosa molto importante: questo!

Perché? Perché dobbiamo misurare le nostre porte attuali.Questo è un metro. Ma può essere anche il classico metro rigido “da muratore”, come è definito, o qualsiasi altra tipologia di metro, anche quello da sarta, un righello..: qualsiasi cosa che misuri.

Questo, ovviamente, succede se vogliamo sostituire le porte in una casa già esistente. Se, invece, vogliamo le porte per una casa nuova, saremo un po’ più facilitati.

Perché? Perché le porte nelle case nuove, di nuova costruzione, sono tutte standard, hanno tutte misure standard. Standard, poi, come ti spiegherò, significa “misure commercialmente definite standard”.

Diversamente, nelle porte esistenti…scusa, negli appartamenti esistenti, o case esistenti, è molto facile non avere delle misure standard, perché in passato si costruiva in maniera diversa, oppure perché, ad esempio, stai ristrutturando la casa, vuoi fare i pavimenti nuovi, e sai che andrai a rivestire il pavimento vecchio con il pavimento nuovo. Di conseguenza, il pavimento si alzerà di 1 cm, 1,5 cm, ovvero lo spessore del nuovo pavimento, e di conseguenza le misure delle tue porte cambieranno.

Molto classica è la situazione delle case fino agli anni ’80: fino agli anni ’80, le costruzioni delle porte, soprattutto in questo territorio (ti parlo della zona Nord Italia), venivano fatte sulla base delle tavole di legno, che erano sempre di 2 metri, quindi troverai moltissime porte di due metri.

Andiamo a vedere come misurare le porte esistenti!

Questo è il metro che utilizziamo normalmente noi serramentisti (Flessometro -N.d.r.).

Quindi: misuriamo la larghezza (in questo caso abbiamo 80 cm di larghezza) e misuriamo l’altezza (l’altezza, in questo caso, abbiamo 210 cm).

Abbiamo una porta esistente di 80×210. Questo è il classico standard, quindi in questo caso io sono molto facilitata.

Molte volte potresti avere una porta di 82, 83, 75…non importa! Tu prendi comunque nota di queste misure.

Vieni da noi, ce le porti, e noi ti diciamo se la tua porta corrisponde a quello che viene definito ‘standard commerciale’ oppure se hai una porta da realizzare su misura.

Un’altra cosa molto importante, che devi sempre fornire quando decidi di sostituire le porte, è lo spessore del muro.

In questo caso, qui abbiamo un muro da 10 cm, quindi molto sottile. È quella che viene definita “tramezza”, può essere per esempio un muro costruito come divisorio tra una stanza e l’altra, un muro in cartongesso…

Più facilmente, invece, i muri portanti possono avere delle larghezze anche molto significative, fino a 30 cm, e anche di più nelle case più antiche.

Quando ti rivolgerai a noi ti diremo come intervenire su questo tipo di muro, quindi quali sono le soluzioni migliori.

L’ultimo dato che ti serve, anche se poi non influenza il prezzo, quindi non influenzerà la tua scelta, è il senso di apertura.

Il senso di apertura delle porte deve essere sempre “a spingere”. Quindi, ricordati che devi immaginarti di porti davanti alla porta e valutare da che parte si apre.

Questa è una destra: destra a spingere.

Bene. Con questi dati puoi venire in negozio, e parlare con me o con Patrizia con cognizione di causa, e quindi farti consigliare sulla soluzione migliore per te.

Alla prossima!

Ciao!

Nota bene:

Ho pensato di realizzare questo articolo perché spesso i clienti vengono in show room dopo essere stati nella grande distribuzione.

Per ovvie ragioni, la grande distribuzione, dovendo proporre prodotti a basso prezzo e ad alta rotazione, concentra la gamma sulle porte STANDARD, ovvero con misure “commercialmente definite standard”.

Se non hai una porta “standard”, se sei un “fuori standard”, nella grande distribuzione la porta costa molto, molto di più.

Ho trovato clienti terrorizzati nel momento in cui mi comunicavano le loro misure 😉

Diversamente, nella nostra show room abbiamo volutamente selezionato produttori che non addebitano nulla per molte misure non “standard”, e addirittura alcuni anche per qualsiasi misura, raggruppando le misure in “forbici” (es. da 190 a 220 cm di altezza…).

Da qui il nostro slogan, e il nome del nostro sistema di lavoro:

 

STANDARD CI SARANNO GLI ALTRI!!!

 

Altra chicca: se vuoi fare una porta scorrevole o a libro, basta che scegli il modello che ti piace. Da noi TUTTE le porte si fanno anche scorrevoli, a libro o in tutte le versioni disponibili. Non esitare a chiedere!